Il volto europeo di Shakespeare

Il volto europeo di Shakespeare

December 11, 2014
in Category: Storia
0 504 0
Il volto europeo di Shakespeare
Un progetto finanziato dall’UE e incentrato sullo studio delle prime opere di Shakespeare ha rivelato che il drammaturgo inglese ha subito molta più influenza dalle correnti europee di quanto si pensasse.
Prima del 1595, all’autore è stata dedicata molta poca attenzione principalmente a causa delle numerose critiche dovute a motivi stilistici. Dalla letteratura esistente emerge che, in quel periodo, Shakespeare è stato influenzato principalmente dalle correnti inglesi e, in misura minore, da quelle europee.Il progetto EARLY SHAKESPEARE (“Shakespeare and the 1590s style“) ha dimostrato invece una tendenza opposta e, sfidando il parere comune, ha dato rilievo al valore e agli aspetti estetici delle prime opere dell’autore, basati su una commistione tra le tradizioni umanistiche inglesi ed europee.

L’impostazione della ricerca shakespeariana si basava sull’adozione parallela di approcci storici e formalisti, i cui risultati hanno dimostrato che l’autore ha subito influenze dalla tradizione letteraria italiana, dal concetto di epica europeo e dai temi ovidiani.

Lo studio ha consentito inoltre agli esperti di individuare nelle opere del decennio 1590-1599 contaminazioni miste di retorica umanistica inglese ed europea e di riconoscervi i contesti politici, storici e culturali del tempo.

L’importanza dell’iniziativa consiste pertanto nella sua capacità di approfondire il panorama storico-culturale nel quale vengono studiate le opere di Shakespeare e, da una prospettiva più ampia, di svolgere un ruolo influente grazie al rinnovato interesse suscitato da questi lavori nell’immaginario letterario.

Pubblicato da Cordis

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *