Il cambiamento climatico nei mari europei

June 18, 2015
in Category: Ambiente
0 480 0
Il cambiamento climatico nei mari europei

Capire cosa ci danno i mari è fondamentale per la loro gestione futura. La ricerca sottolinea le interconnessioni tra il cambiamento degli ecosistemi marini, le attività umane e gli impatti sociali ed economici.

Gli stress ambientali e indotti dall’uomo influiscono sui beni e i servizi dell’ecosistema marino. Per lo sviluppo delle politiche è fondamentale capire l’impatto di tali pressioni, come il rapporto tra la distribuzione delle popolazioni ittiche marine e attività in settori quali trasporti, pesca, turismo e commercio.

Il progetto VECTORS (“Vectors of change in oceans and seas marine life, impact on economic sectors”), finanziato dall’UE, ha esaminato le molteplici forze che provocano i cambiamenti dell’ambiente marino e ha approfondito le nostre conoscenze dei meccanismi per mezzo dei quali queste pressioni causano cambiamenti della vita marina e come le attività e i comportamenti umani li influenzano. VECTORS ha determinato gli impatti dei cambiamenti della vita marina sugli ecosistemi, la loro struttura e funzionamento, i servizi che forniscono e le implicazioni economiche e sociali per tutti noi.

I ricercatori si sono concentrati su tre importanti cambiamenti: le epidemie delle specie, le specie aliene invasive e i cambiamenti della produttivitΰ e distribuzione delle specie importanti dal punto di vista commerciale. Il lavoro è iniziato con un riesame approfondito delle attuali conoscenze e la creazione di un archivio di materiali genetici per individuare le specie aliene invasive e di specie che causano focolai.

Sono stati condotti diversi studi di casi in tre mari regionali, il Mare del Nord, il Mar Baltico e il Mediterraneo occidentale. Sono state usate tecniche di modellazione per fare proiezioni dei cambiamenti futuri e delle conseguenze delle attività umane sull’ambiente marino in diversi scenari di adattamento e mitigazione per capire cosa succederà ai nostri mari nel futuro.

VECTORS ha sviluppato strumenti che possono essere usati per ottenere una gestione sostenibile delle risorse marine. Questi comprendono modelli per integrare un’ampia gamma di informazioni sugli ecosistemi marini sfruttati in un quadro comune in modo da conoscere meglio le dinamiche del sistema e fornire un meccanismo per fare delle “prove su pista” delle strategie prima di implementarle nella realtà. VECTORS ha inoltre sviluppato metodi per fare una valutazione dei rischi delle attività principali nell’ambiente marino. Il progetto ha prodotto anche un sistema di informazioni online (AquaNIS) progettato per immagazzinare e divulgare dati completi sugli organismi introdotti negli ambienti marini, salmastri e costieri dell’Europa e delle regioni limitrofe e coadiuvare la valutazione dei progressi fatti verso il raggiungimento degli obiettivi di gestione dell’invazione biologica.

Si prevede che VECTORS avrà un importante impatto socioeconomico per l’UE. La valutazione dei rischi scientifici e una migliore comprensione da parte del pubblico sui cambiamenti nella vita marina causati da diverse attività umane consentiranno un uso più sostenibile degli oceani.

 

 

Pubblicato da Cordis

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *