Letame + paglia = energia

Letame + paglia = energia

January 14, 2015
in Category: Ambiente
0 446 0
Letame + paglia = energia

Una nuova forma di bioenergia sostenibile, economica e rinnovabile nell'UE sarà presto esportabile, fornendo nuovi posti di lavoro e riducendo i gas serra.

La scoperta di una fonte di energia rinnovabile è simile alla ricerca del Sacro Graal. Per anni, i ricercatori nel campo dell'energia hanno cercato una fonte di bioenergia rinnovabile efficiente in termini di costi. L'entusiasmante progetto BIOMAN ("Economically efficient biogas production procedure from manure fibres and straw") consente al mondo di avvicinarsi a questo obiettivo tramite il progetto di loop di re-iniezione.

Numerosi materiali di biomassa derivati da organismi viventi o recentemente viventi di origine sia animale che vegetale potrebbero fungere da fonti di energia rinnovabili. Le tecnologie di conversione della biomassa possono rilasciare energia direttamente in forma di calore o elettricità oppure convertirla in un'altra forma, ad esempio biocarburante liquido o biogas combustibile.

Una volta identificate le biomasse, gli obiettivi hanno riguardato l'analisi del mercato europeo in relazione ai substrati per il concetto di loop di re-iniezione. Da una banca dati pubblica, sono stati prescelti otto substrati di biomassa con elevato tenore lignocellulosico, tra cui biomasse verdi, diversi tipi di letame animale e paglia di grano. Dopo la caratterizzazione chimica dei substrati, sono state eseguite misurazioni per valutare la potenziale produzione di biometano. I substrati sono stati analizzati prima e dopo i test su diverse apparecchiature di separazione, apparecchiature di ridimensionamento e diversi trattamenti enzimatici e ultrasuoni.

Il progetto BIOMAN produrrà un pacchetto di tecnologie da installare in impianti di biogas esistenti che funzionano a letame e colture energetiche. In Germania, sono stati identificati oltre 6 000 impianti a biogas che potrebbero trarre vantaggio dall'investimento su tecnologie di loop a re-iniezione. Tra i vantaggi rientrano anche costi ridotti per la gestione del letame a carico dell'allevatore e la conformità alle normative ambientali dell'UE. La biogassificazione di letami sarà utile anche per la conservazione di nutrienti con un sottoprodotto degradabile utilizzato come fertilizzante e miglioratore di carbone organico del suolo.

Il progetto BIOMAN contribuirà significativamente al raggiungimento degli ambiziosi obiettivi dell'UE in materia di riduzione delle emissioni di gas serra. Inoltre, la tecnologia sull'energia rinnovabile sarà utile anche alla creazione di ulteriore occupazione e al rafforzamento della competitività nel settore energetico.

 

Pubblicato da Cordis

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *