Localizzare e quantificare le precipitazioni

Localizzare e quantificare le precipitazioni

January 2, 2015
in Category: Ambiente
0 638 0
Localizzare e quantificare le precipitazioni

Scienziati finanziati dall'UE stanno lavorando per sviluppare una nuova generazione di radar per stimare le quantità di pioggia.

Un'ampia gamma di settori, dall'agricoltura alla difesa dalle inondazioni, dipendono da dati affidabili sulle precipitazioni. Gli attuali metodi di misurazione includono o l'uso di pluviometri che misurano le precipitazioni in un singolo punto o radar meteorologici a lungo raggio che sono relativamente costosi.

Gli scienziati impegnati nel progetto MARG ("Development of a high resolution, low cost, short range precipitation radar system"), finanziato dall'UE, stanno affrontando la chiara necessità di un dispositivo a buon mercato e innovativo per registrare le precipitazioni. In particolare, essi stanno sviluppando un sistema di misurazione accurato, in tempo reale e facile da usare per monitorare la distribuzione spaziale e l'intensità della pioggia su scala rurale ed urbana. Il sistema dovrebbe fornire un risoluzione spaziale di 100 metri su un'ampiezza di 30 chilometri.

Il sistema MARG fornisce immagini radar in tempo reale assieme a dati sull'intensità della pioggia. Utilizzando informazioni morfologiche provenienti dal sistema informativo geografico integrato, esso identifica anche il tipo di precipitazione. Inoltre, esso fornisce dati radar complessivi che rappresentano le precipitazioni totali in un certo periodo di tempo e previsioni radar a breve termine. Tra i servizi aggiuntivi ci sono previsioni basate su statistiche dei dati di uscita del modello, servizio di allarme per forti precipitazioni e tempeste, sistema di monitoraggio 24 ore e notifica automatica dello stato del sistema.

MARG usa una varietà di nuove tecnologie per raccogliere i dati meteorologici. Esso combina tecnologia a microonde all'avanguardia, elaborazione del segnale digitale e sistemi informativi geografici insieme a nuovi algoritmi per misurare le precipitazioni.

Il nuovo sistema identifica i tipi di pioggia usando i dati dello spettro Doppler e informazioni morfologiche provenienti da mappe radar delle precipitazioni. Gli scienziati hanno già sviluppato i moduli hardware a radiofrequenza che sono ora pronti per il collaudo. Inoltre, essi hanno selezionato delle antenne paraboliche che funzionano nella banda C (5,6 GHz) che forniscono un'elevata precisione e hanno progettato algoritmi quantitativi di stima delle precipitazioni.

Mediante le stime delle precipitazioni, si prevede che il sistema MARG giochi un ruolo vitale particolarmente nelle prestazioni dei sistemi fognari, negli impianti di trattamento delle acque e nei sistemi di controllo dell'irrigazione.

 

 

Pubblicato da Cordis

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *