Satelliti e gestione dei laghi

Satelliti e gestione dei laghi

March 11, 2015
in Category: Ambiente
0 318 0
Satelliti e gestione dei laghi

Un progetto UE sta utilizzando i dati satellitari per la gestione dei laghi e per supportare altri progetti spaziali europei. Il progetto riceverà, conserverà ed elaborerà dati da Sentinel-2 e -3, e ha immaginato gli algoritmi per automatizzare completamente il processo.

GLASS sta sviluppando un’infrastruttura prototipo per inglobare ed elaborare i dati S2 ed S3 per ottenere la qualità dell’acqua nei laghi. Casi di utilizzo di tipi di laghi molto diversi e di materiale per l’insegnamento sono in fase di sviluppo per mostrare a una grande comunità di utenti il potenziale di questi nuovi satelliti. Il monitoraggio della qualità dell’acqua delle acque terrene è importante nella vita quotidiana, per l’acqua potabile, il trasporto, la ricreazione, l’agricoltura (compresa l’acqua potabile per il bestiame e/o l’irrigazione) e per l’ecologia. I campioni d’acqua offrono informazioni dettagliate, ma limitatamente al tempo e allo spazio. Il rilevamento a distanza può offrire una magnifica panoramica spaziale, molto utile per gli ecologisti e i gestori dell’acqua. La grande risoluzione spaziale di Sentinel-2 e l’elevata frequenza di passaggio di Sentinel-3, in abbinamento alla loro alta precisione di posizionamento, forniranno capacità di monitoraggio senza precedenti per le acque terrene.

Il progetto UE di collaborazione GLASS (“Global Lakes Sentinel Services”) sta sviluppando un’infrastruttura di manutenzione prototipo Sentinel per inglobare ed elaborare i dati S2 ed S3. I dati, i prodotti e i risultati saranno resi facilmente accessibili a una più vasta comunità di utenti, per mostrare cosa può essere effettuato con questi nuovi dati.

Il lavoro recente comprende la verifica e la riparazione della correzione atmosferica e gli algoritmi di recupero dei parametri di qualità dell’acqua per i dati satellitari di Sentinel-2 e -3. Sono stati testati gli algoritmi di correzione atmosferica in base ai dati MERIS e Landsat, e sono state confrontate le loro proprietà rispetto alla messa a punto, all’idoneità ai nuovi sensori e ai requisiti di inserimento. L’analisi si è concentrata soprattutto sulle diverse prestazioni degli algoritmi in diversi tipi di acqua dell’entroterra, spaziando dalle acque trasparenti a quelle fortemente assorbenti e/o dispersive.

Il risultato è stato che nessuno degli algoritmi di correzione atmosferica o di qualità dell’acqua era idoneo a tutti i laghi, a causa della grande variazione ottica degli intervalli. Sono quindi stati sviluppati uno strumento di classificazione preliminare per facilitare la pre-selezione di una correzione atmosferica e un algoritmo di recupero della qualità dell’acqua per un lago con proprietà ottiche sconosciute.

Sono inoltre stati sviluppati strumenti per accedere ai dati e gestirli facilmente. Lo strumento di generazione automatica della Regione di interesse e della serie temporale permette di aggregare pixel validi per i laghi per la produzione di serie temporali.

Attualmente, il consorzio GLASS sta lavorando su casi studio globali di laghi, per testare e dimostrare il sistema e i suoi strumenti su tipi di laghi molto diversi con problemi di gestione molto differenti. Gli ultimi risultati dai casi studio possono essere consultati sul sito web del progetto GLASS. Per questi casi studio, alcune campagne sul campo sono già state effettuate, per il lago Peipsi (Estonia), Garda (Italia) e i laghi alpini in Nepal. Nell’estate del 2015, sono state pianificate campagne per il lago Vänern (Svezia) e Markermeer (Olanda).

 

 

Pubblicato da Cordis

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *