Nuove alternative per la produzione di latticini

Nuove alternative per la produzione di latticini

January 24, 2015
in Category: Biotecnologie
0 716 0
Nuove alternative per la produzione di latticini

Di fronte all'aumento della concorrenza da tutto il mondo nel settore dei cibi e delle bevande, l'UE non si tira indietro. Questa ricerca propone l'implementazione di un pastorizzatore e omogeneizzatore integrati per alimenti liquidi (come il latte) con mezzi meccanici. 

La ricerca svolta nell'ambito del progetto si può applicare non solo al settore caseario ma anche all'industria dell'inscatolamento e alla produzione di salse e condimenti. I latticini sono il quarto prodotto più importante del settore alimentare dell'UE. Stanno perdendo la propria quota di mercato a favore dei paesi emergenti.

In questo progetto, FCHR ("Fluid foods pasteurizer and homogenizer based on centrifugal hydrocavitation reactor"), i ricercatori stanno lavorando per fare di pastorizzazione e omogeneizzazione un unico processo meccanico e scalabile. Vorrebbero sostituire la pastorizzazione termica con un processo che funzioni a temperature più basse. L'aspetto e il gusto del latte attualmente sul mercato deve essere mantenuto in questo obiettivo. Tra gli altri obiettivi c'è la riduzione del costo della lavorazione aumentando allo stesso tempo l'efficienza energetica nei processi di pastorizzazione e omogeneizzazione.

I ricercatori spiegano il processo di cavitazione idrodinamica in modo molto semplice. Un alimento liquido, come il latte, viene sottoposto a cambiamenti di pressione che inducono la formazione di microbolle tramite onde sonore ad alta intensità (cavitazione). Quando queste bolle implodono, rilasciano energia. Questo processo è più efficiente dal punto di vista energetico rispetto all'attuale processo industriale, ma è difficile da espandere. Wixta Industries sta promuovendo il reattore di idro cavitazione centrifuga brevettato, che è il reattore che si sta studiando per implementare gli obiettivi strategici in questo progetto.

La pianificazione e l'organizzazione, insieme alla progettazione e all'implementazione in laboratorio di tutti gli aspetti dei test sono stati fino a questo momento il centro di interesse del progetto.

In sintesi, i ricercatori che lavorano a questo progetto stanno lavorando per la scalabilità, il risparmio energetico e l'efficienza accanto a una maggiore qualità e digeribilità del prodotto.

 

 

Pubblicato da Cordis

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *