Migliorare la rigenerazione neuronale

December 21, 2014
in Category: Biotecnologie, Salute
0 663 0
Migliorare la rigenerazione neuronale

Capire i processi implicati nella generazione del tessuto potrebbe aiutare a ideare nuove strategie per curare diverse malattie. Tenendo conto di questo, alcuni ricercatori europei si sono proposti di studiare il processo intrinseco della rigenerazione cellulare.

Nel corpo la trasmissione dei segnali avviene attraverso cellule specializzate del sistema nervoso periferico dette neuroni. Quando i neuroni sono danneggiati, possono presentarsi una serie di malattie debilitanti, come la lesione del midollo spinale (spinal cord injury o SCI). I meccanismi attraverso i quali gli assoni lesi si rigenerano non sono ancora stati descritti adeguatamente.
 
Il progetto MDPTAR ("Microtubule dynamics and protein trafficking in axon regeneration"), finanziato dall'UE, ha studiato i processi intrinseci e i meccanismi alla base della rigenerazione dell'assone nei neuroni. L'idea di partenza era che le informazioni così raccolte potessero essere sfruttate in campo medico per favorire la rigenerazione assonale in casi di lesione del sistema nervoso centrale.
 
Rimodellare i microtubuli del citoscheletro è un passo fondamentale per la rigenerazione degli assoni, che comporta la scomposizione e la ri-polimerizzazione dei microtubuli. Le dinamiche dei microtubuli del citoscheletro però sono state studiate principalmente per quanto riguarda lo sviluppo neuronale piuttosto che la rigenerazione assonale.
 
I ricercatori hanno identificato il gene della codifica delle proteine e membro della famiglia delle chinesine 3C (KIF3C) come regolatore fondamentale della crescita e della rigenerazione assonale, che controlla le dinamiche dei microtubuli. Il KIF3C è espresso in seguito alla lesione e si sposta verso l'assone neuronale dove regola e organizza la rete di microtubuli. Gli assoni adulti con una carenza di KIF3C mostravano una crescita assonale anormale che ritardava la rigenerazione dopo la lesione.
 
Nel suo insieme, il lavoro dello studio MDPTAR ha offerto conoscenze significative sul programma della rigenerazione neuronale. I risultati dello studio potrebbero essere usati per progettare nuovi farmaci in grado di favorire la rigenerazione neuronale e per migliorare il quadro clinico dei pazienti affetti da disturbi neurologici.

 

Pubblicato da Cordis

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *