Batterie più leggere per le automobili

Batterie più leggere per le automobili

January 15, 2015
in Category: Fisica, Uncategorized
0 405 0
Batterie più leggere per le automobili

Nuovi elettrodi leggeri per batterie all'acido di piombo ridurranno le emissioni dei veicoli e alimenteranno la prossima generazione di veicoli ecologici.

Il cambiamento climatico può essere combattuto attraverso la tecnologia a basso carbonio, che include lo sviluppo di veicoli elettrici ibridi (HEV). Le batterie agli ioni di litio e all'idruro di nickel-metallo vengono utilizzate negli HEV a causa del loro basso rapporto potenza-peso, ma sono costose. Le batterie agli acidi di piombo possono essere più economiche, ma non sono adatte a causa del loro rapporto potenza-peso inferiore.

Il progetto MEMLAB ("Melt spun and sintered metal fibre networks for lead-acid battery advancement") è stato avviato per risolvere questo problema sviluppando elettrodi leggeri per batterie agli acidi di piombo usando la tecnologia di produzione fibre all'avanguardia. Le fibre sono rivestite da titanio e alluminio per modellare l'elettrodo della batteria. Questo riduce della metà il peso delle batterie all'acido di piombo, aumentando drasticamente il rapporto potenza-peso e consentendo il loro uso negli HEV.

Ogni anno vengono prodotte in Europa circa 70 milioni di batterie all'acido di piombo. La sostituzione di batterie all'acido di piombo standard con la nuova batteria leggera aiuterà pertanto a ridurre la quantità di piombo utilizzato e a limitare l'inquinamento dai veicoli stradali.

I campioni di fibre di alluminio e titanio fusi sono già stati prodotti con successo dal consorzio MEMLAB. Le fibre sono state caratterizzate mediante la microscopia a elettroni di scansione e l'analisi dei raggi X a dispersione di energia. Inoltre, sono state prodotte le reti di fibre di alluminio e titanio (MFN) e sono stati analizzati nuovi metodi per il rivestimento di substrati di elettrodi.

MEMLAB è ora in grado di produrre MFN dal titanio e dall'alluminio e di depositare il piombo sulla parte superiore di questi MFN. Saranno valutate le prestazioni di questi nuovi elettrodi e sarà stabilita la loro idoneità per l'applicazione nelle batterie all'acido di piombo.

Il lavoro effettuato aiuterà le piccole imprese partecipanti a competere con maggiore efficacia in mercati nuovi ed esistenti. Il consorzio cercherà inoltre nuove applicazioni per la tecnologia, come la filtrazione industriale e le celle a combustibile.

 

Pubblicato da Cordis

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *